Dai Karamazov a Franzen e Alice Munro, di Claudio Taddei
 Copertina di Questo Mistero è Grande, di Claudio Taddei. Riproduzione del dipinto Campo di Grano con Corvi di Van Gogh
ISBN
978-88-6740-701-9
Pubblicato
2016
Prezzo
€18,00
Pagine
282
Distribuzione
Messaggerie Libri
Il libro è ordinabile in qualunque libreria ed è disponibile anche in formato e-book

Il tema con variazioni che collega le opere lontane che sono oggetto del libro è il matrimonio, o in ogni caso l’unione tra un uomo e una donna. Dunque la passione, l’ancoraggio, l’infelicità, i tradimenti, il rancore, le miserie, le sconfitte, l’eros esaltato, l’eros umiliato, il desiderio di un corpo e del destino legato a quel corpo, il male oscuro della convivenza, la famiglia come mattone e fondamento della società.  L’unione tra un uomo e una donna è un tema di grande risalto in tutti i romanzi, o racconti, che sono oggetto del libro.
“Una storia deve meritare di essere raccontata”, scrive Thomas Hardy; un romanzo, o un racconto, deve meritare di essere letto, indagato, rivisitato. Le opere prese in esame nel libro lo meritano per i contenuti di cultura e di vitalità: sia quelle classiche, sia, con un peso diverso, quelle contemporanee. L’analisi che il libro conduce di tali opere è approfondita: per esempio, a un romanzo che è tra i trionfi dello spirito umano, e che parla di catastrofe e di salvezza, come I fratelli Karamazov di Dostoevskij, oppure a un romanzo icona (di straordinario fascino) della letteratura postromantica come Jude l’oscuro di Hardy, oppure ai due romanzi di Franzen, indicativi (e sintomatici) della cultura e della società USA del nostro tempo, vengono dedicate letture attente e capaci di profonde identificazioni. O ancora: un’attenzione inedita, e uno sguardo modulato sui dettagli ma agile, si rivolgono a due scrittori emblematici della storia europea del Novecento, Joseph Roth e Sándor Márai, sottolineando la straordinaria chiarezza di narratore del primo, le inquietudini coinvolgenti del secondo. E infine: di Alice Munro, divenuta scrittrice cult dopo il Nobel del 2013, si indaga che cosa vi sia veramente nei suoi racconti, e perché la sua voce meriti di essere ascoltata.

Letteratura
Prefazione p.7
 I fratelli Karamazov
di Fëdor Dostoevskij       
p. 13
Jude l’oscuro
di Thomas Hardy 
p.57
Joseph Roth
  1. Roth e La Cripta dei Cappuccini
  2. La Marcia di Radetzky
 
p. 97
p. 112
Sándor Márai
  1. Márai e Le braci
  2. Altro Márai: L’isola e La donna giusta
 
p. 131
p. 148
Jonathan Franzen
  1. Le correzioni
  2. Libertà
 
p. 167
p. 180
Alice Munro
  1. Danza delle ombre felici
  2. Il percorso dell’amore
  3. Il sogno di mia madre
  4. Nemico, amico, amante…
 
p. 208
p. 215
p. 227
p. 243
Stephen King e Doctor Sleep p. 261
I traduttori p. 277